Gli ausili a sostegno dell'handicap visivo

Da tutto il mondo con la definizione di Ipovisione o bassa visione si intende generalmente una visione minore di 2/10 nell'occhio migliore con la migliore correzione, oppure una visione maggiore di 2/10 nell'occhio migliore con la migliore correzione, ma con campo visivo ridotto a 20º o meno nel suo migliore diametro.

Ai portatori di questi deficit visivi si offrono le possibilità di supporto rappresentate dai moderni sistemi ingrandenti sia ottici che elettronici.
Il panorama internazionale degli ausili ottici per ipovedenti è certamente vasto e diversificato.

In molti paesi si sono messe insieme esperienze specifiche non indifferenti e soprattutto si continuano a ricercare soluzioni ottiche ed elettroniche sempre più avanzate.

È opportuno però sottolineare l'importanza quantitativa e qualitativa degli ausili qui presentati proprio perchè più frequentemente utilizzati.

Ciò che preme in questo momento è dare una prima idea delle principali possibilità tecniche esistenti.

Per una informazione piu completa è indispensabile rivolgersi ai centri specializzati che trattano sistematicamente anche questi ausili ottici ed elettronici.

Tra gli ausili ottici più ricorrenti nel trattamento tecnico delle gravi minorazioni visive rientrano:

  • LENTI Dl INGRANDIMENTO
    (A MANO - CON DISTANZIATORE - A STATIVO)
  • OCCHIALI INGRANDENTI
    (LONTANO - VICINO)
  • SISTEMI ELETTRONICI INGRANDENTI
    (CIRCUITO CHIUSO TELEVISIVO LETTORE ELETTRONICO).

La semplice elencazione dei principali sostegni esistenti, dalla lente a forte ingrandimento ai sistemi ottici più perfezionati, dall'occhiale telescopico al circuito chiuso televisivo (CCTV), fornisce una prova di quanto spazio vi sia per dare sostegno
a chi ne ha bisogno consentendogli di ottenere il massimo dalla sua residua capacità visiva.

Cioè consentendogli di studiare, lavorare, vivere come ogni altra persona pur nei limiti di recupero che si differenziano grandemente da caso a caso.

L'esperienza applicativa acquisita dall'operatore e la più stretta collaborazione con il Medico e con lo stesso soggetto assistito determinano sicuramente una più elevata possibilità di risultato.

News